Lectus Teramo - Storia dei mostri dei giorni nostri

Lectus Teramo 2018
 
Il nostro direttore Marco Santarelli durante la lettera sulle fake news in occasione di Lectus Teramo nella giornata dal tema “Storia dei mostri dei giorni nostri”... Anche quest’anno è stato bello farne parte!
 
 

CRITIS 2018, International Conference on Critical Information Infrastructures Security

critis2018premiazione 1

logocritis2018

 

Anche quest'anno ReS On Network protagonista dell'evento internazionale sulle infrastrutture critiche, CRITIS 2018, International Conference on Critical Information Infrastructures Security, che si è appena concluso a Kaunas, in Lituania, presso la Vytautas Magnus University e in collaborazione con il LEI, Lithuanian Energy Institute, di cui il nostro direttore Marco Santarelli è associato di ricerca.
Santarelli è stato presidente per il secondo anno consecutivo del premio Young Critis Award al miglior paper sulle infrastrutture critiche di giovani ricercatori.
Leggi tutto...

IL TEAM BUILDING - PROFESSIONISTI CHEF PER DUE GIORNI

teambuildig


Ieri , su "Il Corriere dell'Adriatico" un articolo dedicato alle due giornate di Team Building organizzato da ReS On Network - Intelligence and Global Defence, London in collaborazione con Accademia ChefsHUB Academy ed Ecoservizi Group Srl.

Campo Aperto - 23 settembre 2018, analisi della partita Palermo Perugia

Marco Santarelli è stato ospite a Campo Aperto su Tef Channel, 831 Sky. La trasmissione, condotta da Sergio Fabiani, riguarda i dati nel calcio di serie B.

Nella puntata Marco Santarelli ha analizzato la partita Palermo Perugia del 22 settembre 2018

RADIO MONTECARLO SPORT - PUNTATA DEL 24 SETTEMBRE 2018

focus samp

Il grafo mostra come la Sampdoria sia una squadra molto corta e stretta, l'ampiezza offensiva non è mai presa da nessun attaccante. Si cerca la superiorità centrale e la verticalità immediata su Quagliarella. Un altra catena di gioca è la fascia sinistra dove Praet e Berensisky si cercano molto in fase di possesso.

Inserito grafico della pericolosità offensiva: mostra che la Sampdoria crea molto per vie centrali ma le azioni più pericolose sono state sviluppate sulla destra sull'asse descritta sopra. 

I dati statistici inseriti ci mostrano come la Sampdoria abbia perso pochissimi palloni e sopratutto risulta brava in fase di non possesso nell'intercetto mostrando ottimi posizionamenti difensivi. I passaggi mostrano come i 3 giocatore che hanno fatto il numero maggiori di passaggi siano tonelli Ekdal e Praet che sono l'asse centrale della manovra della Samp.

 Marco Santarelli Scienza calcio

Confronto Dybala-Icardi-Higuain

Dybala è stato molto al centro della manovra offensiva della juve. Ottima percentuale di accuratezza passaggi e lanci lunghi 90%. Spesso cercata combinazione con ronaldo. Regista offensivo della juve deve migliorare nell'ultimo passaggio in quanto non ha mai liberato un compagno al tiro.

Higuian, giocatore fondamentale per la manovra rossonera. Dall'heat map si vede che viene spesso a giocare verso il centrocampo per essere la prima giocata dei centrocampisti. Tocca molti palloni, buona accuratezza segna un grande gol su assist di Suso

Icardi sempre molto distante dalla manovra dell'inter nessun tiro nello specchio. Ottimo nei duelli arei, ma non riesce ad incidere.  ancora. Solo 8 passaggi fatti di cui 5 corretti.

Sport Reality - 16 Settembre 2018

Nell'ultima puntata di Sport Reality su Sky 5010 (Canale 21, canale 10 dgt), Marco Santarelli in collaborazione con il nostro Match Analyst Matteo Gizzi ha analizzato le partite di Roma e Lazio del 16 settembre 2018. Nei video, le nostre analisi di data science elaborate tramite la teoria dei grafi matematici nel calcio.

Roma
Lazio

INFRASTRUTTURE: LA RESILIENZA NON BASTA, OCCORRE UNA TEORIA DELLA PRUDENZA

Ponte Morandi

Dopo il crollo del ponte a Genova, scosse ancora forti in Molise, Abruzzo, Emilia Romagna, la tragedia del Pollino, ispezioni costanti presso il Ponte di via Eroi dell’Aria e viadotto Toano a Terni, osservazioni specifiche sul Ponte della Magliana, allerta sulla A24 per i viadotti, panico per i Ponti sulla A1 e sulla A14 ormai datati o ancora, come riportato dalla giornalista Milena Gabanelli, l’esistenza di oltre 5000 km di strade provinciali chiuse per frane e smottamenti, non è più possibile parlare di una situazione di allarmismo ingiustificato e occorre invece fare seriamente i conti con il concetto mutato negli anni del termine “infrastruttura”. Le infrastrutture dovrebbero permettere il collegamento di due o più punti per generare migliori servizi. Siano esse strade, linee elettriche, rotte navali, ponti o tanto altro. In Italia questi “link” da tempo non sono più coerenti con il territorio circostante, sono “stimolati” ogni giorno da eventi diversi e non congrui rispetto al passato. Per questo motivo queste infrastrutture sono diventate “critiche”.

Con il termine “infrastruttura critica” si intende un sistema, una risorsa, un processo, la cui distruzione, interruzione o anche momentanea indisponibilità ha l’effetto di indebolire in maniera significativa non solo l’efficienza e il funzionamento normale di un Paese, ma anche la sicurezza e il sistema economico-finanziario e sociale, compresi gli apparati della pubblica amministrazione centrale e locale. Quelle infrastrutture che hanno dato gloria ai nostri nonni, a ragione, trattandosi di creazioni post guerra, utili per lo sviluppo, oggi diventano difficili da gestire e in tanti casi dannose. Questo accade per molti motivi: ad esempio non sono più coerenti con un territorio che nella maggior parte dei casi è cambiato a causa di mutamenti idrogeologici, terremoti o semplicemente per la comparsa di altre costruzioni su quello che un tempo era terreno di sostegno. Se prima si costruiva in spazi aperti oggi questi sono sempre più ridotti.

Come affrontare questa situazione?  

Leggi tutto...

Sport Reality - 9 Settembre 2018

Durante l'ultima puntata di Sport Reality su Sky 5010 (Canale 21, canale 10 dgt), Marco Santarelli in collaborazione con Matteo Gizzi ha analizzato le partite di Roma e Lazio del 9 settembre 2018. Nei video, le nostre analisi di data science elaborate tramite la teoria dei grafi matematici nel calcio.

Roma
Lazio

AI e robotica stanno cambiando la nostra vita 

Vi fareste mai assistere da un medico o da un farmacista robot, accompagnare da una vettura senza guidatore o da un cane robot, incarichereste un algoritmo di portare a termine una missione speciale di guerra o di decidere sulla giustizia?

AI e Robotica

 

Tutto questo oggi è possibile. I robot sono utilizzati nell'industria farmaceutica, militare, nei controlli di gestione industriale, nelle manutenzioni, nelle simulazioni. L’interazione uomo-robot è divenuta una realtà. Le nuove tecnologie stanno cambiando il mondo: la politica, le previsioni del futuro, il metro di sviluppo di un Paese. Le grandi sfide globali potrebbero alterare gli attuali valori etici, il nostro lavoro sarà modificato dalla robotica, nuove figure professionali saranno indispensabili per essere al passo con i tempi, ma non ci dobbiamo spaventare, il mondo va avanti e siamo già nel futuro. 

Robotica: Tecnologia e Innovazione

La Cina è decisa ad accelerare la corsa sull'intelligenza artificiale ed entro il 2025 vuole commercializzare prodotti tecnologicamente avanzati ad uso del mercato interno; incentivare la crescita tecnologica significa sostenere la crescita economica, individuare nuovi strumenti per conservare la stabilità interna e

Leggi tutto...

Sport Reality - 2 Settembre 2018

Marco Santarelli è stato ospite di Sport Reality su Sky 5010 (Canale 21, canale 10 dgt). 

Durante la trasmissione ha effettuato un data Analysis di serie A ed in particolare di Lazio e Roma attraverso la teoria dei grafi nel calcio.

Roma

Lazio

Nazionale

Piediluco, Tesla festival tra musica e e, nuove tecnologie: «Il futuro è ora» - Il Messaggero, 31 Agosto 2018

«Il mondo non va vissuto, va immaginato». E' il titolo della conferenza scientifica - relatore, il professor Marco Santarelli, direttore dell'Istituto di ricerca Res on Network - che si svolgerà questa sera a Piediluco nell'ambito del festival Tesla, che si occupa di musica, nuove tecnologie e informazione. Al centro del Convegno, che si effettuerà in una doppia conferenza, (La prima alle 17, la seconda alle 21) c'è l'energia nel futuro e l'intelligence ambientale. Santarelli, 43 anni, di Teramo, ha collaborato per circa 10 anni con Margherita Hack. Attualmente conduce la trasmissione "La scienza in valigia" per Marcopolo. Ma cosa studia, in realtà Santarelli? «Il mio compito, insieme con il mio Istituto di ricerca, è studiare la società intesa come una rete di relazioni, studiare Intelligence e relazioni fra gli individui. Le interazioni fra questi attori modificano la società e reciprocamente i loro comportamenti.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.