Azioni per fermare la violenza sulle donne

La violenza sulle donne è un problema di stretta attualità. Un tema affrontato in convegni e attraverso iniziative di tutela in tutto l’Altomilanese

La violenza sulle donne è un tema purtroppo sempre attuale. Una donna su tre ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza, fisica o sessuale. Lo segnala l’Istat, fornendo dati: il 31,5% tra i 16 e i 70 anni, ovvero 6 milioni 788 mila. Consideriamo anche lo stalking, ovvero la persecuzione attraverso molestie o minacce: una donna su cinque (21,5% delle donne fra i 16 e i 70 anni) ha subito comportamenti persecutori da parte di un ex partner nell’arco della propria vita: si tratta, puntualizza sempre l’Istat, di 2 milioni 151 mila donne.
Ogni giorno veniamo a conoscenza di una storia di abusi, di stupri o, peggio ancora, di omicidio.

Leggi tutto...

Connectwork: Ambientiamoci in Rete Sesta Puntata

Connectwork: Ambientiamoci in Rete Quinta puntata

BiroRobot al MakersTown edizione 2018!

Sicurezza informatica il tema della quarta puntata di Connectwork

Sgominata banda di cybercriminali tra Calabria e Abruzzo: arresti e sequestri

All'alba di oggi, nelle Province di Reggio Calabria e dell'Aquila, i Carabinieri del Comando di Provinciale di Messina, guidati dal colonnello Jacopo Mannucci Benincasa, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Messina su richiesta della Procura della Repubblica peloritana, guidata dal Procuratore Maurizio De Lucia, a carico di 5 persone ritenute responsabili - a vario titolo - di associazione per delinquere finalizzata alla frode informatica, accesso abusivo a sistema informatico o telematico e sostituzione di persona.

Leggi tutto...

Connectwork: Ambientiamoci in Rete Terzo Appuntamento

Ecco il terzo appuntamento di Connectwork. Su Radio Cusano il nostro direttore Marco Santarelli oggi parte dal "...

Pubblicato da ReS On Network - Intelligence and Global Defence, London su lunedì 7 maggio 2018

BiroRobot, il robot salva energia

È italiano il piccolo robot che aiuta a risparmiare energia e a ridurre gli sprechi. L'invenzione promette di tagliare del 30% i consumi energetici delle nostre abitazioni. Abbiamo intervistato l'ideatore, l'ex calciatore Marco Santarelli
Marco Santarelli è l’inventore di BiroRobot, un piccolo robot che analizza le abitudini di consumo elettrico delle famiglie individuandone gli sprechi con l’obiettivo di abbattere i consumi fino al 30%.

Santarelli, ex calciatore, è laureato in Filosofia e in Fisica Sociale. Ha scritto libri e trattati per oltre 10 anni insieme alla famosa astrofisica e autrice Margherita Hack, defunta nel 2013. Oggi dirige un Istituto di Ricerca con sede a Londra e a Roma. Ha anche esperienze presso Enel, CNR ed enti internazionali per reti e infrastrutture critiche. Attento alla divulgazione scientifica, sia in TV nazionali che sulla carta stampata, è l’autore di un progetto di diffusione scientifica di nome La Scienza In Valigia. La storia della Scienza attraverso esperimenti e musica.

BiroRobot, riconosciuto tra le Top Ten su 700 invenzioni europee alla Maker Faire 2016 di Roma, è la seconda invenzione di Santarelli. La prima si chiama Elastic Energy, ovvero la trasmissione per oltre 500 mt di energia senza fili.

Leggi tutto...

Gli errori dell’Occidente e una generazione cresciuta in guerra.

Abu Ghraib ha cambiato tutto. E la tortura continua ad alimentare la potenzialità di maggiori radicalizzazioni. Intervista con l’ex agente dell'Fbi
L’undici settembre del 2001 Ali Soufan era l’unico agente dell’Fbi a New York che parlasse arabo.

Americano di origini libanesi, ha indagato nelle aree più problematiche del mondo: nel 1999 in Giordania, scoprì una scatola di documenti consegnata dai funzionari dei servizi segreti giordani alla Cia e abbandonata in una stanza, la scatola conteneva mappe e informazioni dettagliate sugli attacchi del Jordan Millennium Bombing, nel 2000 è stato nominato capo investigatore dell’attentato alla Uss Cole, il cacciatorpediniere statunitense che era ormeggiato nel porto di Aden, nello Yemen meridionale, quando una piccola imbarcazione si avvicinò ed esplose. Era in Yemen quando interrogò Abu Jandal, la guardia del corpo di Bin Laden, che rivelò i nomi di molti affiliati e membri qaedisti.

Leggi tutto...

Connectwork: Ambientiamoci in Rete Seconda puntata

Secondo appuntamento della nostra rubrica "Connectwork: Ambientiamoci in Rete" su Radio Cusano. Il nostro direttore...

Pubblicato da ReS On Network - Studies on Networks and Critical Infrastructure, London su mercoledì 2 maggio 2018

Connectwork: Ambientiamoci in Rete Prima Puntata

Oggi su #RadioCusano la prima intervista a #MarcoSantarelli per la nuova rubrica "Connectwork:...

Pubblicato da ReS On Network - Studies on Networks and Critical Infrastructure, London su martedì 24 aprile 2018

La Scienza In Valigia: Riflessioni su un libro...

“Lo stipendio nuoce gravemente alla salute”

articolo 2602 Appena visto il libro di Ezio Angelozzi, lo stipendio nuoce gravemente alla salute, ed Arkhé anno 2018, scrutando l’adagio del suo titolo, “Lo stipendio nuoce gravemente alla felicità”, ho avuto un sussulto. Un’immagine che mi si è schiarita man mano che passavano i giorni: mi appariva un libro che parlava di noi. Un noi di ogni giorno. Ovvero di una interiorità che possiamo descrivere come una città sottile. Una città che ci circonda, ci caratterizza ma che non definisce bene i suoi contorni. Non invisibile come la intendeva Calvino, ma che ha dei nomi, stazioni, lavori, treni, taxi e altro. La città dell’autore si fa chiamare per nome nelle istituzioni, nelle vie, nelle scuole ma che non rimane mai fissa, ci sfugge come acqua tra le mani e ci scardina nel suo essere eterna da una parte ma scivolosa dall’altra. Come il lavoro di ogni giorno. Oscilla tra cose certe e cose da costruire giorno per giorno. 

Leggi tutto...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.