Elastic Energy - Energia senza fili

Stiamo conducendo esperimenti importanti sulla rete elettrica tradizionale con un approdo, come voleva Tesla, ad un'energia senza "fili" che sfrutta anche l'energia del moto ondoso e degli elementi ambientali secondo il principio della cosiddetta "risonanza recipro

L'esperimento è registrato come "Elastic Energy" in team con esperti internazionali. In questo momento la trasmissione dell'energia senza fili è la frontiera della ricerca in tutto il mondo perché eliminare i "cavi" renderà i nostri dispositivi e tutto ciò con cui interagiamo molto più efficiente, pratico e decisamente meno costoso. Lo aveva già dimostrato Nikola Tesla alla fine del '900, ma

lo scienziato fu fortemente osteggiato dalle grandi società di produzione e distribuzione elettrica proprio perché ipotizzava un’"energia democratica" a costo zero che utilizzava la risonanza delle onde elettromagnetiche. Quindi, invece che da un dispositivo di rete, l’energia è prodotta e "trasportata" da un mix energetico (moto ondoso e celle fotovoltaiche).

L'obiettivo dell’esperimento è stato quello di alimentare 1 kW di potenza e di illuminare il terzo piano della Torre di Cerrano, nell’Area Marina Protetta del Cerrano (Abruzzo), accendendo una lampadina di 30W. C’erano diverse stazioni: la prima è stata posta nell’area dell’AMP in mare, con boa dedicata, e un canotto con pannello fotovoltaico a bordo. Si è genera una rete elettrica che a sua volta ha alimentato un campo magnetico. A questo punto, le onde prodotte sono arrivate alla seconda stazione a terra (quella a cui era collegata l’apparecchiatura), che l’ha trasferita alla terza e alla quarta: quest'ultima l’ha convertita in elettrica, alimentando i dispositivi in wi-fi. Anche qui il campo elettromagnetico non è stato riprodotto generando ad ogni stazione campi di elettromagnetismo, ma, dopo l'input iniziale, ha goduto del proprio accumulo avuto da batterie stazionarie.

Dichiarazione di Marco Santarelli all'ANSA:

"È arrivato il momento di stravolgere le nostre abitudini di vita anche grazie a robotica, applicazioni senza cavi e divulgazione scientifica seria e interdisciplinare sfruttando al meglio quello che l'ambiente ci fornisce gratuitamente. Personalmente sia con il brevetto di Biro robot, monitoraggio real time dei consumi energetici, sia con quello dell'energia senza cavi, sto cercando di dimostrare che dalla scienza arrivano le soluzioni per abbattere i costi e l'inquinamento ambientale; nel prossimo futuro il costo dell'energia, luce e calore, potrà essere quasi zero".

Categoria:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.